Info

Retta almeno dall’XI secolo da un Capitolo, la Cattedrale raccoglie l’eredità materiale di quanto la storia ha prodotto in più di due millenni. Il percorso del Museo della Cattedrale di Anagni si svolge a ritroso nel tempo e inizia dalla Biblioteca e dalla Sala del Capitolo, quindi si può visitare la Nuova Sagrestia con le opere più recenti quali calici, mitrie vescovili e preziosi reliquiari e si snoda nei locali dell’Antico Tesoro con la collezione medievale dei superbi parati bonifaciani e nella medievale Cappella del Salvatore, fino ad arrivare ai sotterranei della Cattedrale. Qui è possibile vedere l’Oratorio di san Thomas Becket, antico mitreo con pitture di fine XII – inizio XIII secolo, e la meravigliosa Cripta di San Magno, che custodisce uno dei cicli pittorici più importanti dell’Occidente Medievale, sia per i temi trattati che per il livello di conservazione delle pitture. Il percorso termina con la visita al Lapidario, allestito nei portici dell’antico chiostro, in cui spiccano i marmi con decorazioni cosmatesche, i plutei appartenenti all’antica cattedrale di IX secolo e la sezione archeologica che raccoglie pezzi di rara bellezza.