Info

L’ ex Chiesa della Santissima Trinità in Annunziata di Foligno è oggi la sede del secondo polo museale del Centro Italiano Arte Contemporanea. La chiesa opera incompiuta di Carlo Murena, allievo di Luigi Vanvitelli e tra i maestri di Giuseppe Piermarini, ospita la Calamita Cosmica opera realizzata nel 1988 da Gino De Dominicis, artista anconetano nato nel 1947 e scomparso nel 1998.
La gigantesca scultura consiste in uno scheletro supino. Inusuale per le dimensioni: ventiquattro metri di altezza per quattro metri di larghezza. L’opera è oggi di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. Venne esposta per la prima volta nel 1990 al Museo di Arte Contemporanea Magazin di Grenoble e successivamente, nel 1996, nella Reggia di Capodimonte di Napoli, alla Mole Vanvitelliana di Ancona, quindi a Milano di fianco ad Duomo e infine al Maxxi di Roma. Poi ha conosciuto una vera e propria tournée in Europa.

Gino De Dominicis è artista- filosofo contro l’arte concettuale, contro l’internazionalizzazione nei circuiti museali, contro la riproduzione delle sue stesse opere, unico in assoluto a non volere la pubblicazione di un catalogo; sicuramente personalità estremamente complessa, ossessionata dall’idea di eternità il cui paradigma era “il capolavoro”.

The former Church of the Holy Trinity in Annunziata di Foligno is today the seat of the second museum center of the Italian Contemporary Art Center. The church unfinished work of Carlo Murena, a pupil of Luigi Vanvitelli and one of the masters of Giuseppe Piermarini, houses the Calamita Cosmica works made in 18988 by Gino de Dominicis, an Anconetano artist born in 1947 and died in 1998.
The giant sculpture consists of a supine skeleton. Unusual in size: twenty-four meters high by four meters wide. The work is now owned by the Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. It was first exhibited in 1990 at the Magazin Museum of Contemporary Art in Grenoble and then, in 1996, in the Palace of Capodimonte in Naples, at the Mole Vanvitelliana in Ancona, then in Milan next to the Duomo and finally at the Maxxi in Rome. Then he had a real tour of Europe. Gino de Dominicis is an artist-philosopher against conceptual art, against internationalization in museum circuits, against the reproduction of his own works, the only one who does not want the publication of a catalogue; certainly an extremely complex personality, obsessed with the idea of eternity whose paradigm was “the masterpiece”

Eventi collegati

CIAC-CENTRO ITALIANO ARTE CONTEMPORANEA

Foligno, Perugia

Acquista